La processione in Laguna in onore di Sant'Avendrace

Immagini realizzate il 13 settembre 2020 e pubblicate il 15 settembre 2020

L'antico borgo di pescatori, oggi quartiere cittadino, di Sant'Avendrace

Il Quartiere di Sant’Avendrace, benché non parte del nucleo storico della moderna Cagliari, può essere considerato a tutti gli effetti culla della città. Situato sulle rive della Laguna, qui nell’VIII secolo a.c. vi sorse Krly, insediamento fenicio-punico e centro commerciale di primaria importanza dell’antichità. In età giudicale vi troviamo Santa Igia, città dalle imponenti dimensioni per l’epoca la cui distruzione da parte dei pisani avrebbe determinato la nascita altrove della moderna città. Oggi moderno quartiere residenziale e amministrativo, fino al secondo dopoguerra Sant’Avendrace è stato il borgo dei pescatori della Laguna, caratterizzato dalla piccole e fatiscenti abitazioni ad un piano con un unico ingresso che dava sulla strada principale. Uno dei pochi legami che il quartiere mantiene con il suo passato è costituito dalla processione acquatica in onore di Sant’Avendrace martire a cui è intitolato il quartiere, sacerdote e Vescovo di Cagliari, ucciso all’interno di una grotta nella quale si era rifugiato per sfuggire alle persecuzioni di Nerone, e sulla quale è stata poi edificata la Parrocchia del quartiere.